Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

I negoziati per risolvere la questione di Cipro sono più vicini che mai a una svolta e un referendum per la riunificazione dell'isola potrebbe tenersi entro la fine di marzo.

Lo ha detto all'agenzia di stampa statale Anadolu il ministro turco per gli Affari Europei, Volkan Bozkir.

"La questione di Cipro è un problema che va avanti da 50 anni. Oggi, siamo a un punto che ci dà la più grande speranza di una soluzione - ha spiegato -. Se tutti i lavori e i negoziati proseguiranno come nei programmi, c'è una possibilità molto forte di fare un referendum entro la fine di marzo. Penso davvero che la questione di Cipro stavolta sarà risolta".

Ieri il segretario di Stato Usa, John Kerry, aveva definito una soluzione "a portata di mano". I veti di Cipro all'apertura di diversi capitali negoziali sono tra gli ostacoli principali nelle trattative per l'ingresso della Turchia nell'Ue, iniziate nell'ottobre 2005.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS