Navigation

Cisgiordania: scontri esercito-coloni, moschea profanata

Questo contenuto è stato pubblicato il 05 settembre 2011 - 08:40
(Keystone-ATS)

Sale la tensione in Cisgiordania, dove nelle ultime ore reparti dell'esercito israeliano si sono scontrati con coloni "ultras" in un avamposto, nella zona di Ramallah, e dove una moschea è stata profanata da ignoti, a sud di Nablus.

I primi incidenti sono avvenuti nell'avamposto israeliano di Migron dove in nottata centinaia di militari sono confluiti per demolire tre edifici eretti illegalmente, in apparenza su terre palestinesi. Si sono avuti scontri e, secondo la radio militare, quattro coloni sono stati fermati. Gli edifici sono stati demoliti.

Nelle stesse ore a Kusra, a sud di Nablus, una moschea è stata profanata da ignoti che - secondo Radio Gerusalemme - hanno tracciato slogan nazionalistici ebraici sulle pareti e hanno cercato di appiccare il fuoco. Sempre nella zona di Nablus gruppi di coloni hanno indirizzato sassate verso automobili palestinesi in transito. Non si ha notizia di vittime.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?