Navigation

Cisgiordania: ucciso direttore teatro arabo-ebreo

Questo contenuto è stato pubblicato il 04 aprile 2011 - 17:33
(Keystone-ATS)

Il noto attore e attivista israeliano filopalestinese Juliano Mer-Khamis, di padre arabo e madre ebrea, è stato ucciso oggi con colpi d'arma da fuoco nell'area del campo profughi di Jenin, in Cisgiordania, dove da anni dirigeva un teatro denominato Teatro della Libertà. Lo riferiscono i media locali.

Secondo le prime informazioni, l'automobile su cui Mer-Khamis era appena salito è stata centrata da cinque proiettili sparati da almeno due aggressori, al momento non identificati.

Autore anche del celebre documentario "Arnà. Children", Mer-Khamis aveva fondato il teatro di Jenin insieme con l'ex comandante locale delle Brigate dei Martiri di Al-Aqsa, braccio armato di Fatah dai tempi della Seconda Intifada.

Negli ultimi mesi sembra avesse ricevuto minacce da ambienti islamico-radicali che non vedevano di buon occhio la sua origine, né la sua attività artistica di stampo secolare.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?