Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Dopo il deragliamento di sei vagoni cisterna sabato a Daillens (VD), il consigliere di Stato ginevrino Antonio Hodgers intende dare un aiuto finanziario per installare fabbriche di cloro in Vallese, al fine di evitare il trasporto ferroviario di materiali pericolosi.

"Il cloro è una delle sostanze più pericolose trasportate nella regione del lago Lemano", ha sottolineato l'ecologista ginevrino in un'intervista odierna alla radio romanda. Hodgers ha poi ricordato che gli olandesi fanno fabbricare il cloro là dove è utilizzato, mentre le aziende vallesane che lo utilizzano lo fanno venire in treno da Lione. La produzione in loco "è tecnicamente possibile", dato che il cloro era fabbricato in Vallese fino al 2002.

Per concretizzare questa operazione il consigliere di Stato vuole cercare finanziamenti ginevrini e auspica anche una partecipazione del canton Vaud, pure interessato da questo genere di trasporti pericolosi.

All'inizio dell'anno, i Verdi ginevrini, vodesi e vallesani hanno lanciato una petizione per fermare il trasporto di cloro con la ferrovia. La petizione sarà consegnata all'inizio di maggio al Consiglio e all'Assemblea federali. Il parlamento ginevrino ha avanzato la stessa richiesta in febbraio tramite una iniziativa cantonale, che non è ancora stata esaminata dalle Camere federali.

Il Consiglio Nazionale in marzo ha rifiutato i entrare in materia su una disposizione analoga in occasione del dibattito sulla revisione totale della legge sul trasporto di merci. Anne Mahrer (Verdi/GE) proponeva di limitare o vietare il trasferimento ferroviario di sostanze pericolose.

Sei cisterne di un treno di una ventina di vagoni diretto da Basilea a Losanna con a bordo sostanze chimiche pericolose hanno deragliato verso le 02.45 di sabato tra Eclépens e Cossonay, a nordovest di Losanna. L'acido solforico contenuto in uno dei sei vagoni-cisterna è quasi completamente fuoriuscito. Un altro ha invece perso una solo una piccola quantità delle 57 tonnellate di soda caustica che trasportava.

Traffico ancora perturbato

Oggi sulla linea da Losanna a Yverdon o a Vallorbe il traffico ferroviario è ancora perturbato. Un sevizio sostitutivo di autobus è stato organizzato tra il capoluogo vodese e la stazione di Cossonay-Penthalaz: bisogna prevedere dai 30 ai 60 minuti di ritardo, hanno riferito le FFS. Un incidente sull'A1 fra Losanna e Yverdon ha però parecchio complicato la situazione: i bus sono infatti rimasti fermi in colonna in autostrada e i tempi di spostamento si sono allungati.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS