Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

I giovani e gli stranieri prediligono le grandi città svizzere

KEYSTONE/JUERG MUELLER

(sda-ats)

A seconda della grandezza, le città hanno tipi di popolazione differenti. Se le coppie con figli privilegiano località poco popolate, i giovani e gli stranieri preferiscono di gran lunga le grandi città. È quanto emerge dalla "Statistica delle città svizzere 2018".

Questo annuario, frutto della collaborazione tra l'Unione delle città svizzere e l'Ufficio federale di statistica (UST), si concentra su un campione di 172 comuni urbani elvetici. Stando al documento, la Confederazione presenta città tanto varie quanto sono diversi i loro abitanti e i loro stili di vita.

Si osservano comunque delle tendenze: i giovani adulti (20-39enni) sono la fascia d'età nettamente più rappresentata (34%) nelle grandi città. A loro volta le persone tra i 40 e i 64 anni costituiscono il gruppo più importante nei centri urbani di meno di 100'000 abitanti.

Il quadro cambia se si prendono in considerazione i bambini e i giovani: gli 0-19enni sono infatti maggiormente presenti (20,3%) nelle città e nei comuni di 10-15'000 abitanti. Nei centri urbani di meno di 50'000 abitanti tale quota è solo di poco inferiore e corrisponde pressoché alla media svizzera, precisa ancora l'UST. Nelle 10 città elvetiche più popolate bambini e giovani rappresentano invece solo il 17% della popolazione.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS