Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'ex calciatore della nazionale francese, nonché del Real Madrid, Claude Makelele è oggetto di una richiesta di assistenza amministrativa fiscale inoltrata da Parigi. Lo indica oggi il Foglio federale, in cui si precisa che l'ex stella dei "Galacticos" ha dieci giorni di tempo per comunicare un indirizzo in Svizzera oppure nominare un proprio rappresentante autorizzato.

Interpellata dall'ats, l'Amministrazione federale delle contribuzioni (AFC) ha mantenuto assoluto riserbo sui motivi di questa richiesta di assistenza. Stando alla convenzione franco-svizzera, potrebbe trattarsi di prevenire la frode o l'evasione fiscale, oppure di eliminare la doppia imposizione in materia di imposte sul reddito e il patrimonio.

Non si può escludere che la richiesta francese sia collegata agli investimenti effettuati da Makelele nel FC Servette. Nel 2004, l'ex procuratore di Makelele e presidente del club Marc Roger, aveva chiesto al giocatore di entrare nel capitale azionario della squadra ginevrina, nel frattempo fallita. Per la cronaca, Marc Roger è stato condannato a due anni con la condizionale per amministrazione infedele e falsità in documenti.

La procedura è appena agli inizi, stando al sito dell'AFC. Un eventuale via libera da parte elvetica potrebbe essere ancora oggetto di ricorso al Tribunale amministrativo federale.

Claude Makelele, 41 anni, ha giocato 71 volte con la maglia dei "Bleus". Vice campione del mondo nel 2006, nella famosa finale persa con l'Italia passata alla storia per la testata di Zidane a Materazzi, Makelele ha vinto diversi campionati nei tre paesi nei quali ha giocato: 2 in Francia col Nantes e Paris St-Germain, uno in Spagna con Real Madrid e uno in Inghilterra col Chelsea. Col Real, Makelele ha vinto anche una Champions League.

SDA-ATS