Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Immagine simbolica d'archivio.

KEYSTONE/AP/BERND KAMMERER

(sda-ats)

I rapporti con i clienti "difficili", nella misura del 61%, e gli onerosi tempi di lavoro (43%) soni i principali fattori di stress per i dipendenti di 400 aziende svizzere.

È quanto mostra uno studio - ancora in corso - della Segreteria di stato dell'economia (SECO), di cui danno notizia oggi i quotidiani "Tages Anzeiger" e "Der Bund".

Secondo Brigitta Danuser, professoressa losannese di medicina del lavoro, la percentuale degli interrogati che si lamentano per i carichi di lavoro è "incredibilmente elevata": tanto più, ha detto ai due quotidiani, che la quota degli scontenti agli inizi degli anni Duemila era inferiore al 20%. Stupiscono, secondo la studiosa, anche le cifre relative ai clienti "aggressivi".

Lo stress, tuttavia, non è dovuto solo a fattori interni. Incidono anche i tempi del percorso casa-lavoro per i pendolari, che si sono allungati, e la crescente inconciliabilità tra esigenze professionali, domestiche e familiari.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS