Navigation

Clienti italiani vogliono accordo fiscale

Questo contenuto è stato pubblicato il 20 novembre 2012 - 16:37
(Keystone-ATS)

"Secondo noi i clienti italiani nelle banche svizzere vogliono l'accordo e certamente lo vogliamo noi". Lo ha detto oggi all'ANSA Jakob Schaad, vicepresidente della Direzione dell'Associazione svizzera dei banchieri (ASB) parlando dei negoziati in corso tra l'Italia e la Svizzera per il raggiungimento di un accordo fiscale tra i due Paesi.

Con questo accordo si punta a regolarizzare le pendenze passate di chi ha un conto in Svizzera. L'intesa preveda un'imposta liberatoria per il futuro. A parere del vicepresidente dell'ASB, tuttavia, "più alta sarà l'aliquota che verrà applicata sui capitali in nero, più alto sarà il rischio di fuga".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.