Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La quantità di gas a effetto serra nell'atmosfera ha raggiunto un livello record nel 2012 "proseguendo ed accelerando una progressione che alimenta i cambiamenti climatici e che forgerà il futuro del nostro pianeta per migliaia di anni", ha affermato l'Organizzazione meteorologica mondiale (Omm). L'aumento di CO2 tra il 2011 e il 2012 è superiore al tasso medio di crescita degli ultimi dieci anni ed il forcing radiativo dovuto all'effetto serra è aumentato del 32% tra il 1990 e il 2012.

Dall'inizio dell'era industriale, nel 1750, la concentrazione media di CO2 nell'atmosfera globale, derivante principalmente alle emissioni legate ai combustibili fossili, è aumentata del 41%, quella del metano del 160% e quella del protossido di azoto del 20%.

"Le osservazioni della vasta rete di Global Atmosphere Watch dell'Omm dimostrano ancora una volta che i gas di origine antropica che intrappolano il calore hanno turbato l'equilibrio naturale dell'atmosfera terrestre e contribuiscono notevolmente al cambiamento climatico", ha commentato il segretario generale dell'Omm, Michel Jarraud.

L'organizzazione precisa che i processi che si verificano nell'atmosfera sono solo un aspetto dei cambiamenti in corso. Circa la metà delle emissioni di CO2 rilasciate dalle attività umane rimane nell'atmosfera, il resto viene assorbito dalla biosfera e dagli oceani.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS