Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

SAN PAOLO - Almeno trentuno persone sono morte e 90 mila sono state evacuate dalle loro case per le piogge torrenziali e gli alluvioni che stanno devastando il nordest del Brasile.
Lo ha annunciato oggi il servizio di Protezione civile brasiliano. Nel solo stato di Alagoas, grande come l'Umbria, i morti conteggiati finora, in cinque giorni di precipitazioni eccezionali, sono 19, mentre oltre 50 mila persone sono rimaste senza tetto e hanno dovuto essere evacuate. Una ventina di comuni hanno decretato lo stato di calamità naturale. Nella città di Recife, capitale del Pernambuco, 12 persone sono morte e 23 mila hanno abbandonato le loro case.

SDA-ATS