Navigation

Clima: inverni più caldi, Canada a rischio hockey su ghiaccio

Questo contenuto è stato pubblicato il 12 marzo 2012 - 12:21
(Keystone-ATS)

Cambiamenti climatici "avversari" dei tradizionali sport invernali canadesi: secondo un nuovo studio riportato da "Environmental Research Letters", gli inverni sempre più miti potrebbero a breve rendere impossibile in particolare praticare il più amato tra gli sport invernali all'aria aperta, l'hockey su ghiaccio.

Gli scienziati hanno sottolineato come le conseguenze dell'effetto serra potrebbero manifestarsi entro la metà del secolo modificando, in peggio, consolidate abitudini di vita: l'hockey all'aperto, tradizionale sport invernale canadese e passatempo a buon mercato per tutti, potrebbe "estinguersi" entro pochi decenni. Durante l'inverno in Canada molte città sono costellate di piste da ghiaccio di quartiere, addirittura c'è che si crea un campo da hockey in cortile o ad Ottawa si va a divertire sul Rideau Canal gelato. Ma tutto questo potrebbe scomparire a fronte di inverni sempre più caldi.

Le temperature raccolte nelle 142 stazioni meteorologiche della fascia meridionale del Paese hanno mostrato una netta tendenza di riscaldamento dal 1951 al 2005. È raro che per almeno tre giorni la temperatura resti sempre al disotto di meno 5, condizioni essenziali per la formazione di lastre di ghiaccio compatte. La stagione in cui il ghiaccio è sufficientemente forte e laghi e stagni diventando sicure piste per i pattinatori si è ridotta notevolmente negli ultimi 50 anni (dal 20 al 30%), soprattutto nel sud della British Columbia, dell'Alberta, nel Manitoba e nell'Ontario occidentale.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?