Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BERNA - I prossimi 2 e 3 settembre si terrà a Ginevra una riunione ministeriale alla quale parteciperanno oltre 40 paesi. Tema delle discussioni, che saranno presiedute dal consigliere federale Moritz Leuenberger e dalla ministra degli esteri messicana Patricia Espinosa, sarà il finanziamento a lungo termine del settore del clima.
La riduzione e la gestione dei cambiamenti climatici richiede infatti un impiego di notevoli mezzi finanziari, afferma oggi il Dipartimento federale dell'ambiente (DATEC) in una nota. Un quadro finanziario solido è dunque una delle condizioni fondamentali per il successo dei negoziati sul clima, che riprenderanno a fine novembre nella città messicana di Cancún.
All'incontro informale di Ginevra parteciperà anche Christiana Figueres, la nuova segretaria generale della Convenzione delle Nazioni Unite sul clima. Il DATEC precisa inoltre che la scelta dei Paesi invitati è stata fatta in base alla localizzazione, alla grandezza e al grado di sviluppo economico. Sono stati selezionati in particolare i Paesi più attivi nei negoziati in corso.
Il "Dialogo di Ginevra" è un incontro informale e non rientra nelle trattative formali previste nel quadro della Convenzione delle Nazioni Unite sul clima, precisa il DATEC. Per questo motivo non saranno prese decisioni. L'obiettivo è unicamente rafforzare la consapevolezza della necessità di assicurare un finanziamento a lungo termine in modo da influenzare positivamente i negoziati di Cancún.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS