Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un gruppo di ricercatori indagherà sugli esperimenti con farmaci non omologati eseguiti fra il 1950 e gli Anni '70 alla clinica psichiatrica di Münsterlingen (TG). Il governo cantonale ha deciso di finanziare la ricerca con 750'000 franchi del fondo delle lotterie.

L'indagine è stata affidata ad un gruppo di ricercatori guidato dalla storica Marietta Meier, docente dell'Università di Zurigo, che si avvarrà della collaborazione di esperti di psicofarmaci e di altri specialisti. I primi risultati dovrebbero essere pubblicati a partire dalla prossima primavera, indica oggi in una nota la cancelleria cantonale turgoviese.

La nuova inchiesta fa seguito a quella relativa alle violenze e agli abusi di cui furono vittima fino agli Anni '70 i bambini e gli adolescenti ospitati nell'istituto di educazione St. Idazell del monastero di Fischingen (TG). Un rapporto pubblicato un anno fa aveva fatto emergere indizi di esperimenti effettuati alla clinica psichiatrica di Münsterlingen.

Responsabile di questi esperimenti era l'allora direttore della clinica Rolan Kuhn (1912-2005), che avrebbe agito con la collaborazione di un primario. In seguito ad alcuni articoli di stampa, gli eredi di Kuhn hanno acconsentito a cedere al cantone l'archivio dello psichiatra.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS