Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Palloni con il logo del Manchester United, la squadra di calcio europea col fatturato più alto.

KEYSTONE/AP/JOHN D MCHUGH

(sda-ats)

Le società di calcio europee in futuro raccoglieranno più capitali, in vari modi - come con l'emissione di azioni o di debito - vista la crescente importanza economica del calcio e modelli di business sempre più sofisticati.

Lo prevede l'agenzia di rating canadese Dbrs. I primi 20 club europei hanno realizzato nella stagione 2015-2016 7 miliardi di euro di ricavi, in crescita del 12% rispetto alla stagione 2014-2015 e, secondo una stima di Deloitte, ricorda Dbrs, il valore del mercato del calcio europeo supererà i 25 miliardi nel 2016-2017. La serie in cui gioca un club e la forza del suo marchio sono fondamentali per valutarne il rischio, spiega poi Dbrs, con fattori cruciali nella stabilità e diversificazione dei ricavi.

Dbrs scompone i ricavi 2015-2016 delle prime 20 squadre europee considerando gli incassi delle partite, i diritti televisivi e le attività commerciali. La classifica dei fatturati è guidata da Manchester United, Barcellona e Real Madrid.

Scorrendo le cifre (di Deloitte) emerge che quasi tutti i grandi club generano ormai meno di un quinto dei ricavi il giorno della partita (solo Arsenal con il 29%, Chelsea con il 21%, Borussia Dortmund con il 22% e Schalke 04 con il 23% sono oltre il 20% dei ricavi negli incontri).

La parte dominante è - soprattutto per le più grandi - l'offerta commerciale, che ad esempio per l'asso dei ricavi Manchester vale il 53% del 'raccolto', per il Barcellona il 48% e per il Real il 42%. Il 'commercial' vale il 30% dei ricavi della Juventus, il 16% di quelli della Roma, il 47% del bilancio del Milan e il 31% dell'Inter. Nel caso dello Zenit di San Pietroburgo merchandising e simili pesano addirittura per il 74% dei 197 milioni di ricavi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS