Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Secondo il Consiglio nazionale l'aiuto allo sviluppo deve disporre per gli anni 2017-2020 di una somma di 11,11 miliardi di franchi.

KEYSTONE/LUKAS LEHMANN

(sda-ats)

L'aiuto allo sviluppo deve disporre per gli anni 2017-2020 di una somma di 11,11 miliardi di franchi. Lo ha deciso oggi il Consiglio nazionale approvando il progetto chiamato "Cooperazione internazionale 2017-2020".

Per la prima volta tutti i 5 crediti quadro che riguardano la cooperazione sono stati riuniti nello stesso messaggio per rendere più efficace l'azione in questo campo. Gli obiettivi principali rimangono la riduzione della povertà e la lotta ai cambiamenti climatici.

Nel suo messaggio il governo, dal punto di vista geografico, mette l'accento sul Nordafrica e il Medio Oriente. Per quanto riguarda l'aiuto umanitario urgente, la Svizzera prevede di investire principalmente in queste due regioni per assistere e proteggere i milioni di rifugiati e offrire loro condizioni di vita più dignitose sul posto e nei Paesi vicini.

Il dossier passa al Consiglio degli Stati.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS