Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BERNA - Si profila un "sì" all'accordo di assistenza amministrativa con gli Stati Uniti su UBS. Stamane l'Unione democratica di centro si è detta disposta a sostenerlo in Consiglio nazionale. Il capogruppo UDC alle Camere, Caspar Baader, ha dichiarato che il suo partito ha raggiunto il 95% degli obiettivi prefissati.
In particolare, è stato affossato il piano d'azione del governo sulle misure concernenti le grandi banche ed è stata accolta una mozione volta a limitare le competenze del Consiglio federale in materia di conclusione di trattati internazionali. Per questi motivi una maggioranza dei democentristi voterà "sì" all'accordo.
La sinistra ha invece fatto sapere di rifiutare l'accordo se non ottiene garanzie in materia di imposizione di bonus e di provvedimenti per controllare l'attività delle grandi banche.
Se la Camera del popolo dovesse respingere una volta ancora il trattato, questo sarebbe affossato.

SDA-ATS