Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Era ticinese l'impresa che ha servito vino italiano all'aperitivo organizzato per festeggiare la caduta dell'ultimo diaframma del tunnel di base del Ceneri. Lo ha affermato, per iscritto, il Consiglio federale nel quadro della tradizionale "ora delle domande".

Il Governo, rispondendo a due domande di Marco Romano (PPD/TI), ha spiegato che per quell'occasione AlpTransit San Gottardo (ATG) aveva, "come già avvenuto in passato, di proposito optato per un'impresa locale, operante in Ticino".

"L'ipotesi di ATG, secondo cui fra i prodotti regionali l'impresa incaricata del catering avrebbe servito anche vino ticinese, si è rivelata errata", ha spiegato l'Esecutivo.

Per quel che concerne il catering destinato alla cerimonia di inaugurazione del tunnel di base del San Gottardo, che si terrà il 1° giugno, l'Esecutivo ricorda che "l'aggiudicazione era subordinata alla condizione che fossero serviti prodotti della regione e vino ticinese".

La società che si è aggiudicata l'appalto è lucernese. Le sue offerte "sono risultate le migliori alla luce dei cinque criteri di valutazione previamente comunicati", precisa il Governo. La legislazione sugli acquisti pubblici, ricorda ancora l'Esecutivo, non prevede d'altronde che nei concorsi siano considerate soltanto imprese locali o che a queste sia aggiudicata la commessa.

Pertanto, per i due luoghi dove si svolgeranno i festeggiamenti, oltre a imprese ticinesi e urane, sono state invitate a presentare un'offerta anche ditte di altri cantoni. "A tutti gli offerenti è stato riservato lo stesso trattamento e sono stati applicati in ugual misura i medesimi criteri di valutazione", conclude il Governo.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS