Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Indicare sulla tessera di assicurato malattia se il possessore è contrario o favorevole alla donazione di organi. Questo il tenore di una mozione approvata oggi dal Consiglio nazionale per 92 voti a 43 e 45 astensioni. Il dossier va agli Stati.

Presentando la sua mozione, Viola Amherd (PPD/VS) ha sostenuto che, sulla base di inchieste svolte tra la popolazione, l'80% degli Svizzeri è favorevole al dono di organi. Tuttavia, nonostante simile potenziale che supplirebbe all'attuale penuria, solo l'8% possiede una tessera di donatore.

Per migliorare la situazione basterebbe quindi, a parere della consigliera nazionale vallesana, fare iscrivere sulla carta di assicurato la propria volontà in materia. Ciò avrebbe anche un effetto positivo sui parenti, che verrebbero sgravati da un doloroso dilemma, ossia se concedere o meno l'espianto qualora fossero confrontati ad una simile situazione.

Per il consigliere federale Alain Berset, il piano di azione sulla donazione di organi presentato l'anno scorso è assai promettente, molto di più a suo avviso rispetto ad un'indicazione sulla carta d'assicurato. Inoltre, le informazioni sul documento in questione non potranno essere modificate se il possessore nel frattempo avesse cambiato idea. Insomma, una verifica sarebbe sempre necessaria prima di un eventuale prelievo.

Il plenum ha tuttavia deciso altrimenti, anche se un nutrito gruppo di deputati si è astenuto. La proposta va agli Stati. L'anno scorso, questa camera ha respinto di misura una mozione simile del consigliere nazionale Luc Barthassat (PPD/GE).

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS