Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il Consiglio nazionale ha approvato oggi, con 89 voti contro 82 e 5 astenuti, una mozione di Viola Amherd (PPD/VS) che chiede una modifica della Legge sull'approvvigionamento elettrico per introdurre una procedura accelerata di approvazione dei piani per i progetti di linee interrate. Gli eventuali costi supplementari potranno essere compensati mediante un supplemento sui costi di trasporto delle reti ad alta tensione.

Occorre evitare che le regioni interessate dalla costruzione o dall'ampliamento di linee elettriche debbano assumersi da soli i costi dell'interramento delle linee, ha spiegato la vallesana. L'obiettivo è migliorare la protezione delle persone e dei paesaggi, ha aggiunto.

La Svizzera ha accumulato ritardi significativi nella costruzione di linee di trasporto di energia elettrica, ha ammesso Doris Leuthard. La consigliera federale ha però chiesto un'accelerazione generale delle procedure, non solo per le linee interrate.

La ministra dell'energia ha inoltre contestato la ripartizione dei costi proposta. Se una regione decide di interrare tutte le sue linee elettriche è normale che si assuma i costi invece di trasferirli a tutto il Paese.

Il dossier passa al Consiglio degli Stati.

SDA-ATS