Navigation

CN: iniziativa infermieri, considerare le rivendicazioni

Philippe Nantermod KEYSTONE/ANTHONY ANEX sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 16 dicembre 2019 - 19:28
(Keystone-ATS)

Come ridare valore alla professione di infermiere e fornire una risposa alla carenza di personale? A questa domanda il Nazionale, discutendo dell'iniziativa "Per cure infermieristiche forti", ha tentato di dare una risposta non trovando però un denominatore comune.

La Camera del popolo era chiamata ad esprimersi sull'iniziativa popolare, lanciata dall'Associazione svizzera infermiere e infermieri (ASI), e dal relativo controprogetto indiretto, elaborato dalla Commissione della sicurezza sociale e della sanità.

La proposta di modifica costituzionale chiede che la Confederazione e i Cantoni investano nella formazione infermieristica, migliorino le condizioni quadro (tra cui orario di lavoro, servizi di picchetto e possibilità di formazioni continue) e riconoscano a livello di legge l'autonomia di lavoro degli infermieri.

Secondo molti oratori borghesi, l'iniziativa ha però un difetto fondamentale: inserisce per la prima volta nella Costituzione delle regole per un gruppo professionale. Da un punto di vista formale ciò non ammissibile, ha sostenuto Regine Sauter (PLR/ZH). L'iniziativa, inoltre, rimette in questione la ripartizione dei compiti tra Cantoni e Confederazione, ad esempio nel campo della formazione e della pianificazione ospedaliera, ha sostenuto il relatore commissionale Philippe Nantermod (PLR/VS).

La maggioranza di chi ha preso la parola ha però riconosciuto il rischio di una carenza di personale sanitario e la necessità di promuovere la formazione in Svizzera. Ad eccezione dell'UDC, tutti i gruppi parlamentari si sono infatti detti disposti a sostenere il controprogetto.

Essendo legislativo, il controprogetto, ha poi sintetizzato Lorenz Hess (PBD/BE), permetterà di trovare delle soluzioni in modo molto più rapido dell'iniziativa popolare. I suoi contenuti esatti, che saranno decisi solo domani, così come la raccomandazione di voto all'iniziativa, non fanno però l'unanimità.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.