Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il Consiglio nazionale vuole vederci chiaro e non intende legiferare in fretta e furia su nuove norme per lottare contro il lavoro nero.

Il plenum si è rifiutato oggi di decidere in merito a una mozione - approvata in novembre dagli Stati - che chiede al governo di esaminare come sopprimere alcuni compiti amministrativi, nell'ambito dell'AVS, che gravano sulle aziende.

Il testo, presentato da Paul Niederberger (PPD/NW), mira a eliminare due misure a suo avviso particolarmente onerose: l'obbligo di notifica dei nuovi salariati da parte delle imprese nel corso dell'anno e l'invio del certificato di assicurazione.

Il ministro dell'interno Alain Berset, sostenuto dalla sinistra, ha fatto notare come lo sgravio amministrativo risultante da tali provvedimenti sarebbe solo di lieve entità. Il problema si accentuerà se saranno introdotti contingenti di lavoratori stranieri, ha poi messo in guardia Beat Jans (PS/BS).

Quest'ultimo ha chiesto una nuova discussione sulle misure contemplate dalla mozione. La proposta è stata accettata per 175 contro 5.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS