Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

CN: Messaggio sull'esercito, "sì" a compromesso su nuovo vestiario

Il Messaggio sull'esercito, che prevede spese per complessivi 2 miliardi di franchi, è stato definitivamente approvato.

KEYSTONE/PETER KLAUNZER

(sda-ats)

Le forze armate potranno comprare 85'000 giubbotti antiproiettile. Il Consiglio nazionale ha approvato oggi il compromesso in materia proposto dagli Stati.

Il Messaggio sull'esercito, che prevede spese per complessivi 2 miliardi di franchi, è così definitivamente adottato.

Inizialmente la Camera dei Cantoni voleva dimezzare (-100 milioni) il credito destinato all'acquisto del nuovo sistema di vestiario e di equipaggiamento ritenendo che molti giubbotti non saranno mai utilizzati e rimarrebbero dunque per anni in arsenale a prendere polvere.

Vista l'opposizione del Nazionale, che aveva approvato l'intero credito sostenendo la necessità di proteggere tutti i soldati, gli Stati avevano proposto di rinunciare all'acquisto di 15'000 giubbotti previsti quale riserva e di ridurre così il credito a 170 milioni. Dopo un breve dibattito, oggi il Nazionale ha approvato questo compromesso con 98 voti contro 81.

Il credito a disposizione dell'esercito ammonterà così a 2,02 miliardi di franchi. Questi si suddividono in 819 milioni per il programma d'armamento, 742 milioni per il materiale dell'esercito e 460 milioni per gli immobili del Dipartimento federale della difesa (DDPS). Tali importi si avvicinano a quelli dei precedenti messaggi sull'esercito.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.