Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Nella prima giornata della sessione estiva, il Consiglio Naizonale ha approvato la revisione di un protocollo Onu sulla riduzione delle emissioni di metalli pesanti.

KEYSTONE/ALESSANDRO DELLA VALLE

(sda-ats)

La Svizzera parteciperà agli sforzi internazionali di riduzione delle emissioni di metalli pesanti, in particolare piombo, cadmio e mercurio.

Dopo gli Stati, oggi anche il Consiglio nazionale ha approvato, all'unanimità, la revisione di un protocollo dell'Onu in questo senso. Il dossier è pronto per le votazioni finali.

Il protocollo della Commissione economica delle Nazioni unite alla convenzione sull'inquinamento atmosferico transfrontaliero a grande distanza è stato adeguato nel 2012. Le modifiche riguardano ad esempio inceneritori di rifiuti urbani, impianti a combustione industriali, acciaierie e cementifici.

Le installazioni svizzere soddisfano già le nuove esigenze. Gli obiettivi dell'accordo non hanno pertanto ripercussioni sull'economia. Inoltre, gli emendamenti non comporteranno oneri finanziari o di personale supplementari né per la Confederazione né per i Cantoni, ha spiegato a nome della commissione Pierre-André Page (UDC/FR).

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS