Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BERNA - L'assicurato che non aderisce a una rete di cure integrate "Managed Care" pagherà di tasca propria. Nonostante le proteste della sinistra, il Consiglio nazionale ha deciso questo pomeriggio, nell'ambito della revisione parziale della LAMal, di ricorrere a un'incitamento finanziario per promuovere questo modello d'assicurazione malattia.
L'assicurato affiliato a una rete di cure integrate dovrebbe continuare a pagare di tasca propria il 10% dei costi (una volta superata la franchigia). Per gli altri pazienti, la quota verrebbe aumentata al 20%. Il Consiglio federale fissa l'importo massimo annuo di questa partecipazione ai costi. Tale somma dovrebbe essere due volte più elevata per gli assicurati che non fanno parte di un modello di cure integrate "Managed Care".

SDA-ATS