BERNA - Il Consiglio federale deve rivedere la legge sul servizio civile. Preoccupato dal grande numero di militi che si è riversato su questa opzione, dopo la soppressione dell'"esame di coscienza", il Consiglio nazionale, con 98 voti contro 70, ha adottato una mozione che invita il governo a correggere il tiro.
Nel 2009, sono state depositate 7213 domande di servizio civile, cifra che ha superato ogni attesa. Quest'evoluzione costituisce un pericolo per la stabilità degli effettivi dell'esercito e per il principio costituzionale dell'obbligo generale di servire, ha ammonito Sylvie Perrinjaquet (PLR/NE) a nome della commissione della politica di sicurezza della Camera del popolo.
Lo schieramento rosso-verde si è opposto, ricordando che la nuova regolamentazione non ha ancora un anno.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.