Navigation

CN: via libera a credito 771 milioni per programma armamento 2014

Questo contenuto è stato pubblicato il 22 settembre 2014 - 18:21
(Keystone-ATS)

Un credito di 771 milioni di franchi per l'acquisto di nuovi veicoli, simulatori e sistemi informatici da destinare all'esercito. Il Consiglio nazionale ha avallato oggi il programma di armamento 2014 della Confederazione. Come gli Stati, per ragioni formali il plenum non è invece entrato in materia sulla messa fuori servizio di 54 aerei e 258 carri armati.

Il programma nel suo insieme è stato adottato con 131 voti contro 48. Per anni l'esercito ha tirato la cinghia in vista dell'acquisto dei Gripen, ha affermato Jakob Büchler (PPD/SG). È ormai tempo di colmare le lacune generate da questo periodo di vacche magre, ha aggiunto, sostenuto dall'insieme dello schieramento borghese.

Il grosso della somma liberata - 440 milioni - servirà per l'acquisto fra il 2016 e il 2022 di 3200 caravan Mercedes-Benz G 300 CDI 4×4 a cinque porte. Si tratta di un fuoristrada leggero per il trasporto di persone e di materiale che sostituirà i vecchi Steyr Daimler Puch 230 GE, ormai obsoleti.

Il programma prevede anche 179 milioni di franchi per comperare 12 sistemi posaponti, in grado di far attraversare ostacoli fino a 25 metri a veicoli a ruote (max 84 tonnellate) e cingolati (max 73 tonnellate).

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo