Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il Consiglio nazionale ha tacitamente approvato oggi un'iniziativa parlamentare di Alfred Heer (UDC/ZH) che chiede di introdurre l'obbligo di informare sulle attività di viaggio all'estero dei membri dell'Assemblea federale.

Secondo l'autore dell'atto parlamentare, non c'è motivo di negare alla stampa, col pretesto della protezione della personalità, le informazioni sulle attività di viaggio dei membri del Parlamento che viaggiano a spese dei contribuenti. "Non si capisce cosa ci sia di così personale in un viaggio ufficiale, che avviene nell'ambito di un mandato per il Consiglio d'Europa, l'OSCE, la CPE o altre commissioni o istituzioni", sostiene Heer.

La palla passa ora nelle mani del Consiglio degli Stati, la cui commissione preparatoria si è già detta contraria all'iniziativa. "I parlamentari partecipano a questi viaggi non a titolo privato bensì su mandato di un'istituzione. Una suddivisione delle informazioni per persona non è rilevante ma favorirebbe solo un certo voyeurismo", aveva fatto notare la commissione.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS