Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il commercio di foto e video con bambini nudi dovrebbe essere vietato. Il Consiglio Nazionale ha adottato tacitamente una mozione di Natalie Rickli (UDC/ZH) contro la pedopornografia. Il Consiglio degli Stati deve ancora esprimersi.

Le immagini in cui non sono chiaramente visibili gli organi genitali, o che non mostrano bambini in pose sconvenienti, non sono considerate pornografia infantile. Questa "zona grigia" viene abilmente sfruttata dai pedofili, ha sottolineato l'autrice della mozione.

Nell'ambito di un'operazione contro la pedopornografia a livello internazionale, sono state arrestate 341 persone, di cui 154 domiciliate in Svizzera. Pur avendo acquistato 306 film che mostravano bambini nudi, le persone fermate non sono state condannate a causa di questa lacuna nel diritto.

Il commercio di immagini con bambini nudi deve essere punito, anche se bisognerà fare in modo di non criminalizzare foto destinate ad album di famiglia, ha sottolineato Rickli. Il Consiglio federale ha sostenuto la mozione anche se è ben cosciente che vi saranno problemi per fissare i limiti di quanto è punibile.

La commissione del Nazionale ha dato seguito in novembre a un'iniziativa del PBD che chiede di punire il commercio, il possesso, la diffusione e lo scambio di immagini con bambini nudi se il numero è elevato e vi sono immagini di più fanciulli.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Sondaggio svizzeri all'estero

Sondaggio

Cari svizzeri all'estero, le vostre opinioni contano

Sondaggio

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS