Navigation

CN: violenza e minaccia contro autorità, inasprire Codice penale

Marco Romano KEYSTONE/ANTHONY ANEX sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 02 marzo 2020 - 18:59
(Keystone-ATS)

È urgente completare il codice penale per combattere gli atti di violenza compiuti nei confronti di impiegati dello Stato, in particolare contro funzionari di polizia. Lo ritiene il Consiglio nazionale che ha approvato oggi due iniziative parlamentari in tal senso.

Marco Romano (PPD/TI), autore di uno dei due interventi parlamentari, ha ricordato il recente caso di una poliziotta in borghese investita da un SUV a Zurigo. Ogni giorno 8 funzionari statali sono vittime di aggressioni o minacce, ha aggiunto il ticinese definendo tali atti "ignobili".

Per contrastare queste aggressioni - verbali o fisiche - viene proposto di completare l'articolo 285 del codice penale introducendo una pena minima. Questo passo è già stato fatto da tempo in Francia e Italia e, più recentemente, anche dalla Germania, ha rammentato Romano.

Le due iniziative parlamentari vanno ora agli Stati.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.