Navigation

CN:Biasca, l'autostrada viaggiante sarebbe solo temporanea

Questo contenuto è stato pubblicato il 06 marzo 2012 - 11:41
(Keystone-ATS)

Qualora venisse realizzata per ovviare alla chiusura temporanea del tunnel del San Gottardo in vista del suo risanamento, la futura stazione di trasbordo a Biasca per camion - autostrada viaggiante fino a Erstfeld/Rynächt - avrebbe vita breve: la struttura verrebbe infatti demolita una volta terminati i lavori nella galleria. È quanto indicano oggi in una risposta scritta i servizi del Dipartimento dei trasporti (DATEC) rispondendo ad una interpellanza del consigliere nazionale Lorenzo Quadri (Lega/TI).

L'autostrada viaggiante sarebbe per il DATEC un'alternativa alla mancata costruzione di una seconda canna al San Gottardo quando si tratterà di risanare il tunnel dopo il 2020. La durata dei lavori al Gottardo è di tre anni e le stazioni di trasbordo di Biasca ed Erstfeld costerebbero mezzo miliardo di franchi, cui si aggiungono 70 milioni l'anno per la gestione.

Il DATEC considera l'autostrada viaggiante un'opera transitoria dal momento che farebbe concorrenza alla futura trasversale alpina. Inoltre, la domanda per l'autostrada viaggiante sarebbe molto bassa una volta riaperto al traffico il tunnel autostradale ormai rimesso a nuovo. La permanenza dell'autostrada viaggiante, secondo il DATEC, rischia pure di essere osteggiata dalla popolazione locale. Tutti questi inconvenienti indicano che la demolizione della struttura è la soluzione migliore: il DATEC auspica che il materiale rotabile venga invece riutilizzato.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?