Navigation

CO2: ridurre emissioni mezzi pesanti del 90%, EPFL

Le emissioni di CO2 dei mezzi pesanti potrebbero essere ridotte fino al 90%, secondo il Politecnico di Losanna. KEYSTONE/GAETAN BALLY sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 23 dicembre 2019 - 18:03
(Keystone-ATS)

Le emissioni di CO2 dei mezzi pesanti potrebbero essere ridotte fino al 90%.

Un brevetto di ricercatori del Politecnico federale di Losanna (EPFL) è in grado di catturare il gas all'uscita del tubo di scarico e stoccarlo in forma liquida a bordo del veicolo, prima di essere ritrasformato in carburante.

In Europa, i trasporti sono responsabili del 30% delle emissioni totali di CO2, e il 72% di queste provengono dalle strade, viene ricordato in un comunicato odierno dell'EPFL. Se i veicoli elettrici possono essere una soluzione per i bisogni individuali, il trasporto di merci è molto più problematico.

Con il nuovo sistema brevettato - pubblicato su Frontiers in Energy Research -, diverse tecnologie del Politecnico sono utilizzate insieme per catturare il gas e trasformarlo in liquido, il tutto sfruttando al massimo l'energia disponibile a bordo, come il calore del motore.

Concretamente, le emissioni recuperate vengono raffreddate e l'acqua separata dal gas. In seguito il CO2 viene isolato dagli altri gas, in particolare azoto e ossigeno. Turbocompressori ad alta velocità sfruttano poi il calore del motore per comprimere il CO2 e renderlo liquido.

La sostanza ottenuta viene poi stoccata in un serbatoio sul tetto del veicolo. Con uno specifico trattamento potrà essere trasformata in carburante, utilizzando energia verde.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.