Navigation

Coira non vuole legge su integrazione stranieri

Questo contenuto è stato pubblicato il 15 marzo 2010 - 16:26
(Keystone-ATS)

COIRA - Il Governo grigionese non vuole una legge cantonale sull'integrazione degli stranieri. L'esecutivo ha risposto oggi negativamente alla richiesta in tal senso formulata dal gruppo parlamentare socialista.
A suo avviso, le basi legali attuali già sono sufficienti per condurre una efficace politica di integrazione. Il partito socialista aveva già chiesto nel 2007 l'elaborazione di una legge cantonale in materia, ma aveva poi dovuto fare marcia indietro per mancanza di sostegno.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo