Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Le statine sono farmaci che abbassano i valori del colesterolo, ma a titolo precauzionale su persone sane dovrebbero essere prescritte soltanto in caso di forte rischio di sviluppare malattie cardiache. Lo afferma l'organo scientifico Swiss Medical Board (SMB), sostenendo che in caso contrario il rapporto tra costi e utilità sarebbe sfavorevole.

La nuova raccomandazione è stata pubblicata oggi. Essa riguarda l'utilizzo di statine su persone che non hanno ancora sintomi di malattie cardiache. Tra quelle che hanno già avuto infarti o ictus simili farmaci riducono invece il rischio di ricadute, scrive lo SMB in un comunicato.

Prima di prescrivere statine, bisogna valutare il rischio individuale e altre possibilità di ridurlo, ad esempio dimagrendo, facendo più movimento e rinunciando al fumo. Ciò corrisponde alla prassi. La novità è invece la raccomandazione secondo cui qualora il rischio di sviluppare malattie cardiache è inferiore al 10% il ricorso a statine è da considerare inadeguato.

Si tratta del tasso doppio rispetto a quanto consigliato attualmente in Europa, ha spiegato all'ats Christoph Meier, primario di medicina interna ed endocrinologia all'ospedale Triemli di Zurigo. "Se la raccomandazione venisse applicata il numero delle persone in Svizzera che ricevono statine sarebbe nettamente inferiore." Si stima che attualmente simili farmaci siano prescritti a mezzo milione di cittadini elvetici, ha indicato dal canto suo Nicolas Rodondi, primario di medicina interna all'Inselspital di Berna.

A parte l'efficacia soltanto moderata a livello preventivo e gli effetti collaterali, non bisogna poi dimenticare i costi di simili farmaci, molto più elevati in Svizzera che in altri paesi europei. In base al rapporto dello SMB, la terapia annuale con un determinato prodotto costa 9 euro in Olanda e 280 euro nella Confederazione. Quindi, secondo i calcoli degli esperti, per uno rischio del 10% bisogna spendere 200'000 franchi per un Qaly (Quality Adjusted Life Years, aspettativa di vita di un anno in condizioni di buona salute).

Sorpreso si dice da parte sua Thomas Cueni dell'associazione Interpharma, secondo cui per quasi tutte le statine esistono generici e i prezzi sono fortemente diminuiti. Anche gli effetti collaterali dei medicinali sono minimi rispetto all'utilità preventiva.

SDA-ATS