Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Alcuni sopravvissuti

Keystone/AP/LUIS BENAVIDES

(sda-ats)

È di 10 morti, 30 feriti e 10 dispersi l'ultimo bilancio di vittime del naufragio di una imbarcazione turistica a Guatapé, nel dipartimento colombiano di Antioquia, vicino a Medellin.

Lo ha annunciato Margarita Moncada, responsabile dei servizi di emergenza di Antioquia (Dapard), mentre il presidente Juan Manuel Santos, che è accorso ieri a Guatapé per coordinare le operazioni dopo la tragedia, ha precisato che sei delle vittime sono già state identificate.

Secondo le prime testimonianze di sopravvissuti al naufragio, raccolte dalla stampa, non tutti i passeggeri di "El Almirante", un'imbarcazione che navigava sul bacino artificiale della diga di Penol-Guatapé, erano stati muniti di giubbotti di salvataggio, come previsto dalle norme locali.

Circa 150 persone viaggiavano a bordo dell'imbarcazione, che è affondata a poca distanza dal molo, il che ha reso più facile le operazioni di emergenza dopo il naufragio.

Al momento le cause del disastro non sono note. Le autorità regionali affermano che l'imbarcazione non era sovraffollata e che non vi è stata nessuna collisione, prima che El Almirante cominciasse ad affondare.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS