Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Le Forze Armate Rivoluzionarie della Colombia (Farc) celebrano oggi il 50 anniversario, proprio mentre il più longevo dei gruppi guerriglieri sudamericani è in trattativa con il governo per giungere a un accordo di pace. Accordo che ora appare in forse in quanto potrebbe essere compromesso dall'esito del ballottaggio presidenziale, in programma il 15 giugno.

"Siamo nati come conseguenza di una dichiarazione di guerra totale da parte dell'oligarchia colombiana e della Casa Bianca", ha detto il comandante del gruppo armato, Rodrigo Londono Echeverri, alias Timoshenko, in un video nel quale ha celebrato "50 anni di lotta incorruttibile", che potrebbe continuare "se l'oligarchia insiste nell'impedire la pace".

Il governo di Juan Manuel Santos ha aperto due anni fa una trattativa con le Farc che è stata al centro della campagna per le presidenziali in Colombia, e nel primo turno elettorale di domenica Santos è stato sorpassato da Oscar Ivan Zuluaga, candidato dell'opposizione di desta, Zuluaga vuole porre fine alle negoziazioni almeno nei termini in cui si svolgono attualmente. "L'unica cosa che desidera l'oligarchia è una resa umiliante", ha detto Timoshenko, aggiungendo che "al tavolo della trattativa siamo due parti uguali con obiettivi totalmente diversi, perché noi sogniamo con una pace vera.

SDA-ATS