Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Le Forze armate rivoluzionarie della Colombia (Farc) hanno cominciato oggi il loro disarmo secondo i termini dell'accordo di pace con il governo, in una giornata che il presidente, nonché Premio Nobel per la Pace, Juan Manuel Santos ha definito "storica".

"Oggi è una giornata storica per il Paese: le Farc dicono addio alle armi, per scambiare violenza con riconciliazione. La pace va avanti", ha scritto Santos su Twitter.

Secondo il cronogramma stabilito dalla guerriglia e il governo colombiano, infatti, oggi è il "giorno+90" dalla firma dell'accordo di pace, e segna dunque l'inizio del disarmo delle Farc, secondo un protocollo definito insieme alle Nazioni Uniti.

Questo comporta che a partire da oggi il gruppo armato marxista consegnerà il 30% delle sue armi - pistole, fucili, mitra, bombe ed esplosivi - ai delegati dell'Onu, che procederanno alla loro immediata distruzione.

Il restante 70% sarà consegnato dai guerriglieri in altre due tappe nei prossimi mesi, sempre sotto il controllo degli ispettori dell'Onu, fino al disarmo totale della guerriglia, che si trasformerà in un partito politico.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS