Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BOGOTÀ - In un filmato di 36 minuti diffuso dalla rete araba Al Jazira, il leader dei guerriglieri comunisti colombiani delle Farc, Alfonso Cano, si è detto disposto a dialogare con il presidente eletto Juan Manuel Santos, che assumerà l'incarico il prossimo 7 agosto. Lo riferisce il quotidiano El Tiempo definendo "invecchiato" il massimo capo della guerriglia il quale, nel 2008, ha preso il posto del suo leggendario fondatore 'Tirofijò, ovvero Manuel Marulanda Velez.
"Parliamone", ha precisato Cano, ovvero Guillermo Saenz Vergas, sottolineando che le Farc "invitano al dialogo e alla ricerca di una soluzione politica del conflitto interno colombiano". "Non siamo alla fine della fine", assicura poi in riferimento, anche se non ne fa cenno, ai duri colpi subiti negli ultimi tempi dalla guerriglia che, invece, a suo dire, "prosegue con convinzione i suoi piani militari, pur se non perde di vista la ricerca della pace". Cano inoltre assicura che "non hanno fondamento" le rinnovate accuse contro le Farc di narcotraffico.
Il suo filmato viene a sommarsi al braccio di ferro tra il presidente colombiano uscente Alvaro Uribe ed il venezuelano Hugo Chavez. Quest'ultimo ha rotto i rapporti diplomatici con la Colombia perché Uribe lo ha accusato di consentire a 1.500 guerriglieri di dislocarsi in Venezuela.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS