Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Colpo di scena al Consiglio nazionale: dopo aver approvato in un primo tempo una mozione per l'acquisto di aerei da trasporto, in un secondo voto - chiesto da Oskar Freysinger (UDC/VS) - la camera ha bocciato la proposta formulata dal "senatore" Peter Bieri (PPD/ZG).

Nel suo atto parlamentare, Bieri chiedeva al governo di sottoporre al Parlamento in uno dei prossimi programmi d'armamento, ma al più tardi entro il 2018, l'acquisto di aerei da trasporto necessari per impieghi internazionali civili e militari, per l'aiuto in caso di catastrofe nonché per il rimpatrio d'urgenza di cittadini svizzeri.

In un primo voto, l'atto parlamentare di Bieri è stato approvato di di strettissima misura, con 89 voti favorevoli, 87 contrari e 6 astenuti. La camera, con 117 voti contro 57 e 10 astenuti, ha invece respinto una mozione quasi identica della "senatrice" Géraldine Savary (PS/VD).

Circa due ore dopo, Freysinger ha depositato una mozione d'ordine per chiedere di ripetere il voto sulla proposta del "senatore" Bieri. Per il vallesano ci sono stati dei malintesi che hanno avuto come conseguenza l'approvazione dell'atto parlamentare di Bieri malgrado il Consiglio nazionale in realtà vi si opponga.

Freysinger è riuscito a convincere la Camera del popolo della necessità di procedere a una seconda votazione: la sua mozione d'ordine è stata approvata con 116 voti contro 65 e sette astenuti. Nel secondo voto l'acquisto degli aerei da trasporto è stato bocciato con 98 voti contro 85 e due astenuti.

A far pendere la bilancia dalla parte del "no" sono stati soprattutto i cinque democentristi che al primo voto avevano sostenuto la mozione di Bieri e il passaggio di due socialisti dal campo degli astenuti a quello dei contrari.

La minoranza portata avanti da Aline Trede (Verdi/BE) è così riuscita a spuntarla. Nel suo intervento la bernese ha messo in dubbio la necessità di tali aerei: "la situazione attuale è la più economica e la più flessibile", ha sostenuto.

Trede ha anche ricordato che un aereo da trasporto costa 200-300 milioni di franchi, senza contare la formazione dei piloti. "Tali aerei verrebbero inoltre utilizzati per l'espulsione degli asilanti", ha poi aggiunto Christian van Singer (Verdi/VD) per giustificare l'opposizione degli ecologisti.

Anche il gruppo UDC ha respinto la proposta di Bieri poiché l'acquisto di un aereo da trasporto - come ammesso dallo stesso consigliere federale Ueli Maurer - non rappresenta una priorità per l'esercito.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS