Navigation

Comco avvia indagine su imprese del commercio

Molto lavoro per la Comco. KEYSTONE/PETER KLAUNZER sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 03 settembre 2020 - 12:00
(Keystone-ATS)

La Commissione della concorrenza (Comco) punta i riflettori sulle attività di Markant, società con sede a Pfäffikon (SZ) che costituisce una piattaforma di cooperazione a livello europeo per molti grossisti e commercianti al dettaglio.

I funzionari bernesi sospettano che i vari attori abbiano sottoscritto accordi illeciti, minacciando in particolare di escludere dalla vendita collettivamente i beni di consumo corrente, emerge da un comunicato diffuso oggi. La Comco ha avviato un'inchiesta, procedendo anche a perquisizioni presso diverse imprese. L'indagine dovrà stabilire se le convenzioni sospette rappresentano una restrizione non lecita della concorrenza.

Fra le imprese sotto inchiesta figurano Landi, Loeb, Manor, Spar, Valora e Volg, come pure Cruspi (che commercializza i marchi Haribo, Maoam e Ritter Sport), nonché Saviva, filiale di Migros. Passerà peraltro del tempo prima di poter vedere i risultati dell'indagine. Di regola circa due anni, fa sapere la Comco.

Una portavoce di Volg ha confermato che la società è stata oggetto di perquisizione. Si è trattata di una misura accolta con sorpresa: l'impresa ha promesso la piena collaborazione con la Comco.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.