Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Commissione della concorrenza (COMCO) ha inflitto sanzioni forfettarie comprese tra 10'000 e 320'000 franchi a quattro concessionari delle marche di veicoli del gruppo Volkswagen a causa di accordi sui prezzi.

All'inizio del 2013 i quattro concessionari - ASAG Auto-Service, Autoweibel, City-Garage San Gallo e Garage Gautschi Holding - si sono accordati con AMAG RETAIL, la divisione della vendita al dettaglio di AMAG, su una lista di condizioni comune che definiva gli sconti e le riduzioni forfettarie riguardanti la prima offerta per la vendita di autovetture nuove delle marche del gruppo Volkswagen.

L'inchiesta era stata aperta nel maggio 2013 sulla base di un'autodenuncia di AMAG. Nell'agosto 2014 la COMCO aveva approvato un accordo di conciliazione con quest'ultima e chiuso il procedimento contro di essa. Il 19 ottobre scorso la Commissione ha invece deciso di sanzionare i quattro concessionari, che si possono ancora appellare presso il Tribunale amministrativo federale.

Gli accordi sui prezzi sono particolarmente nocivi per l'economia e rappresentano pertanto una violazione grave della Legge sui cartelli, ricorda la COMCO. Il fatto che questo accordo sui prezzi sia stato applicato solo per un breve periodo di tempo è stato preso in considerazione nell'ambito del calcolo delle sanzioni forfettarie.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS