Navigation

Commercio al dettaglio: flessione 4,1% in termini reali in maggio

Questo contenuto è stato pubblicato il 04 luglio 2011 - 10:00
(Keystone-ATS)

Le vendite dei dettaglianti in Svizzera sono diminuite del 4,1% in termini reali in maggio, rispetto al mese corrispondente dell'anno scorso. Lo annuncia l'Ufficio federale di statistica in una nota odierna, in cui rileva che in termini nominali risulta una flessione del 6%.

Escludendo i carburanti, le vendite sono in discesa del 4,3% in termini reali (nominale: -6,3%). Per gli alimentari, le bevande e i tabacchi rispetto al maggio 2010 si ha una contrazione del 4,5% (nominale: -6,3%). Il comparto non alimentare ha presentato una diminuzione del 3,8% (nominale: -6,3%).

Al netto delle variazioni stagionali, il giro d'affari in termini reali rispetto all'aprile 2011 è in discesa del 4,2% (nominale: -4%).

Carburanti esclusi le vendite si sono ridotte del 3,8% (nominale: -3,4%). Per i prodotti alimentari, le bevande e i tabacchi risulta un calo del 4,9% (risp. -3,9%). Il comparto non alimentare ha segnato un calo del 2,6% (risp. -3,3%).

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.