Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il commercio estero della Svizzera nel primo trimestre dell'anno si è indebolito: le esportazioni in termini nominali rispetto ad un anno prima sono calate dell'1,4%, a 50,6 miliardi di franchi; le importazioni sono scese del 4,4%, a 42,4 miliardi.

L'eccedenza commerciale è quindi di 8,2 miliardi, segnala oggi l'Amministrazione federale delle finanze (AFF).

Con il rafforzamento del franco i prezzi delle importazioni sono diminuiti del 5,1% e in termini reali le importazioni segnano quindi un +0,8%, precisa l'AFF.

Nel solo mese di marzo, che aveva un giorno lavorativo in più rispetto al 2014, le esportazioni sono progredite del 3,2% a 17,9 miliardi di franchi. e le importazioni dello 0,7%, a 15,4 miliardi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS