Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Nei loro acquisti online in Svizzera i clienti continuano a favorire la spedizione contro fattura, un mezzo di pagamento scelto in oltre l'80% dei casi. Solo il 12% delle compere avviene con carta di credito e il 4% attraverso carte di debito o anticipi di cassa.

All'estero invece il trend è completamente opposto, il 90% del commercio si sviluppa attraverso il "denaro di plastica", ha spiegato in una conferenza stampa a Zurigo il presidente dell'Associazione svizzera di vendita per corrispondenza (VSV) Patrick Kessler.

A suo avviso nella Confederazione il pagamento attraverso fattura è una sorta di bene culturale e le abitudini cambiano lentamente, tenendo conto anche di fattori come la fiducia e i mezzi tecnologici. Secondo Kessler il cliente decide come pagare, ma i commercianti possono influenzare la scelta, per esempio attraverso ribassi o supplementi.

La VSV ha fornito anche dati sull'ampiezza degli acquisti in internet in Svizzera, che nel 2014 hanno raggiunto circa 6 miliardi, in progressione dell'11% rispetto all'anno prima. Nell'analizzare queste cifre occorre considerare che gli sconti fanno sì che il valore non aumenti in modo così marcato come lascerebbero intendere i volumi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS