Navigation

Commissaria salute Ue, vogliamo evitare rigidi lockdown

La Commissaria europea alla Salute Stella Kyriades KEYSTONE/EPA/FRANCOIS LENOIR / POOL sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 24 ottobre 2020 - 14:18
(Keystone-ATS)

"Vogliamo evitare rigidi lockdown. Questa pandemia ha avuto un impatto nelle vite di tutti da un punto di vista sociale, del lavoro, delle famiglia, dell'economia". Lo ha detto a News Mediaset la Commissaria europea alla Salute Stella Kyriakides.

"Per evitare un nuovo lockdown generale è importante che si incentivino i test, il contact tracing ma anche distanza sociale, mascherine e igiene delle mani. Questo è l'unico modo per contenere il virus e impedire un lockdown generale che la società e le nostre economie non possono permettersi", ha aggiunto.

Quanto al vaccino Kyriakides ha precisato che potrebbe arrivare "all'inizio del 2021", ma che "non sarà la bacchetta magica. Finché non avremo coperto una parte significativa della popolazione bisognerà proseguire con le misure di contenimento del coronavirus".

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.