Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Aumentare di 514 milioni i mezzi finanziari in favore dell'agricoltura per il periodo 2018-2021. È quanto propone, con 14 voti contro 8 e 2 astenuti, la Commissione delle finanze del Consiglio nazionale.

Per la maggioranza della commissione, le riduzioni rispetto al periodo precedente previste dal Consiglio federale si ripercuotono direttamente sul reddito degli agricoltori e ne peggiorano ulteriormente la già difficile situazione finanziaria, si legge in una nota odierna dei servizi del Parlamento.

La maggioranza commissionale ritiene inoltre che il settore agricolo abbia già dato il proprio contributo all'equilibrio di bilancio.

Nel suo messaggio il Consiglio federale aveva fissato a 13,287 miliardi il limite massimo delle spese per l'agricoltura per gli anni 2018-2021, ossia 514 milioni in meno rispetto al periodo 2014-2017. Il governo aveva precisato che questa riduzione è dovuta principalmente al Programma di stabilizzazione 2017-2019.

La minoranza commissionale ritiene che una certa riduzione delle spese, come previsto dal Consiglio federale, siano giustificate, considerata la diminuzione del numero di aziende e della superficie agricola.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS