Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BERNA - Mentre le elezioni federali dell'autunno 2011 si avvicinano, la naturalizzazione agevolata degli stranieri della terza generazione resterà ancora per qualche tempo nei cassetti del parlamento. Dopo aver analizzato i risultati della procedura di consultazione, la commissione delle istituzioni politiche del Consiglio nazionale ha deciso di congelare il dibattito su un progetto di modifica costituzionale già molto avanzato.
Su proposta dell'UDC, con 12 voti contro 10 e 2 astenuti la commissione ha sospeso l'esame della riforma che ha messo a punto sulla base di un'iniziativa parlamentare socialista. La commissione - si legge in un comunicato odierno - desidera infatti attendere il messaggio del Consiglio federale sulla revisione totale del diritto di cittadinanza.
Si tratta di evitare contraddizioni e di garantire la coerenza tra i due progetti, ha spiegato il presidente della commissione Yvan Perrin (UDC/NE). Il messaggio governativo è atteso entro la fine dell'anno, ciò che dovrebbe consentire il dibattito in parlamento nel primo semestre del 2011.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS