Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BERNA - Nel confronto internazionale, le autorità svizzere di sorveglianza hanno "gestito bene la crisi dei mercati finanziari". Il Consiglio federale ammette comunque qualche lacuna commessa dall'allora Commissione federale delle banche nei confronti dell'UBS, ma non vede la necessità di modificare la legge.
È quanto emerge dal Rapporto sul ruolo svolto dall'Autorità di sorveglianza dei mercati finanziari nella crisi finanziaria e sugli insegnamenti per il futuro, adottato oggi dal governo. Quest'analisi, chiesta dal parlamento, non si occupa tuttavia dalla vicenda della violazione del diritto fiscale americano da parte dell'UBS.

SDA-ATS