Navigation

Commissione giudiziaria: sorte Erwin Beyeler decisa il 25 maggio

Questo contenuto è stato pubblicato il 11 maggio 2011 - 16:29
(Keystone-ATS)

La sorte di Erwin Beyeler quale procuratore generale della Confederazione sarà fissata il 25 maggio. Lo ha deciso oggi a Svitto la Commissione giudiziaria delle Camere federali. Dopo una prima audizione, la commissione ha proposto la non rielezione di Beyeler.

Oggi il procuratore generale della Confederazione e il suo primo sostituto Ruedi Montanari hanno avuto la possibilità di rispondere alle critiche che li concernono. Dopo lo smacco del processo Holenweger, conclusosi con un'assoluzione su tutta la linea, la competente autorità di vigilanza aveva infatti deciso di passare al setaccio l'operato del Ministero Pubblico della Confederazione (MPC).

La rielezione di Beyeler è ora più che mai in bilico. Una seconda audizione è prevista il prossimo 25 maggio durante una seduta straordinaria della commissione giudiziaria, indica una nota odierna dei servizi del Parlamento. L'Assemblea federale si esprimerà poi nella sessione estiva sulla conferma o meno di Beyeler e Montanari.

La seconda sostituta procuratrice della Confederazione, Maria-Antonella Bino (PLR), è invece stata eletta già il 16 marzo scorso dall'Assemblea federale. È la prima volta che le due Camere riunite procedono all'elezione di un procuratore federale. Finora, infatti, le nomine in seno al MPC erano di competenza del Consiglio federale.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.