Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Commissione federale della previdenza professionale (Commissione LPP) raccomanda al Consiglio federale di mantenere il tasso di interesse minimo all'€™1,75% anche per il 2015. Le proposte sottoposte ai membri della commissione andavano dall'€™1,25 degli assicuratori al 2% richiesto dai sindacati, indica una nota odierna.

La decisione è stata adottata a larga maggioranza, si precisa nel comunicato. Il Consiglio federale, che si pronuncerà in autunno, finora ha sempre seguito le raccomandazioni di questa istanza.

Se si fosse attenuta alle formule matematiche, il tasso avrebbe dovuto essere fissato all'1,5%. Tuttavia, vista la situazione soddisfacente sui mercati finanziari, 11 membri della commissione si sono espressi a favore di un suo mantenimento all'1,75%. 6 membri hanno invece votato per un suo aumento al 2%.

Il tasso minimo riguarda l'interesse che deve essere corrisposto sull'avere di vecchiaia nel regime obbligatorio della previdenza professionale. Per il resto, gli istituti di previdenza sono liberi di concedere una copertura o meno, e di fissare il tasso di remunerazione.

Per Travail.Suisse, la Commissione LPP ha dato prova di una certa tirchieria. Visti i buoni risultati degli istituti di previdenza, il tasso andrebbe portato almeno al 2% nel 2015. Di diverso avviso l'Associazione Svizzera d'Assicurazioni, secondo cui un tasso dell'1,75% è troppo elevato. A suo parere, il tasso minimo andrebbe fissato all'1,25%

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS