Lo snus (tabacco umido in polvere per uso orale) dovrà essere equiparato agli altri prodotti del tabacco: è l'opinione della Commissione della sicurezza sociale e della sanità del Consiglio nazionale, che ha deciso di dare seguito senza opposizione a un'iniziativa parlamentare in questo senso di Lukas Reimann (UDC/SG).

Il parlamentare sangallese chiede in particolare che venga autorizzata la produzione e la commercializzazione dello snus in Svizzera.

Lo snus è un prodotto di origine svedese: secondo Reimann, "molti fumatori lo considerano una valida alternativa alle sigarette, molto più dannose". In Svizzera la distribuzione commerciale in porzioni è vietata. Il consumatore di snus può importarlo unicamente per il proprio uso personale ed è penalizzato dall'obbligo di versare dazi doganali esorbitanti.

Stando a quanto indicato nel testo dell'iniziativa, "le importazioni dichiarate di tale prodotto sono aumentate da 2 chilogrammi nel 2000 a più di 28 tonnellate nel 2012".

L'iniziativa del sangallese deve ancora passare al vaglio dell'omologa commissione del Consiglio degli Stati: in caso di luce verde, lo snus potrà essere inserito nella futura legge sui prodotti del tabacco, indicano oggi i servizi del Parlamento.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.